Acquamarina

Acquamarina - 1,49 ct.

L'Acquamarina è una delle gemme più amate e apprezate di sempre e racchiude in sè tutto il fascino e il mistero del mare.
Spesso scambiata con il topazio, la sua rarità e valore non è paragonabile, una eccellente acquamarina con una forte
saturazione di colore è molto rara in ogni sua caratura.

Membro della famiglia dei Berilli (dal greco antico “beryllos”, ovvero gemma verde-blu), si identifica di solito
per il suo unico colore blu marino.

Sono gemme molto dure ed hanno una lucentezza vitrea, quindi molto simile al vetro. In confronto a moltre altre pietre
le acquamarine possiedono un'eccelente trasparenza e purezza.
La valuta dell'acquamarina deriva dall'intensità del suo colore e dalla sua limpidezza, seguiti, subito dopo,
dalla qualità del taglio.

Il colore dell'Acquamarina è dato dalla presenza di ferro: la concentrazioni di questo elemento fanno si che la gemma possegga
una meravigliosa gamma di tonalità simile al pastello fino ad un blu pronfondo, a volte, con qualche sfumatura di verde.

Per determinare il loro valore, i Romani le immergevano in mare e solo quelle che diventavano invisibili erano ritenute
di pregio.

Secondo un'antica tradizione marittima, era abitudine che i marinai lanciassero amuleti di Acquamarina in mare
durante le tempeste, così da calmare le ire del dio del mare, Poseidone (o Nettuno per gli antichi romani), ed evitare
che la sua furia provocasse terremoti e naufragi, con la conseguente morte dei marinai.

Secondo un'altra tradizione, l'acquamarina è la pietra portafortuna per coloro che sono nati in marzo.